Il salmone selvaggio sockeye

Il salmone selvaggio sockeye è il più piccolo dei salmoni selvaggi, lungo in media 60 cm si pesca da maggio a settembre dal sud est dell’Alaska fino alla baia di Bristol. La sua carne dal colore rosso intenso e dal sapore profondo è molto apprezzata dagli chef giapponesi per la sua consistenza e i sapori naturali.

I salmoni Sockeye sono conosciuti per il loro aspetto rosso brillante, ma in realtà, quando sono nell'oceano sono di colore blu. Solo quando tornano in acqua dolce per deporre le uova diventano rossi.
Il salmone sockeye deve il colore della sua carne ai krill arancioni di cui si nutre quando si trova nell'oceano.
Il nome sockeye deriva da un tentativo poco brillante di tradurre la parola suk-kegh dalla lingua nativa della costa salish della Columbia Britannica. Suk-kegh significa pesce rosso.

Il sockeye, chiamato anche salmone rosso o salmone blue-back, è fra le più piccole delle sette specie di salmoni del Pacifico, ma la sua succulenta carne arancione è, di tutte, la più apprezzata.

Come tutti gli altri salmoni del Pacifico, anche il sockeye nasce in acque dolci. Il pesce cerca un lago vicino dove riprodursi. A schiusa avvenuta, il sockeye neonato rimane nel suo habitat natale per un massimo di tre anni, ovvero più di ogni altro salmone. Poi si mette in viaggio verso il mare, dove cresce rapidamente, nutrendosi principalmente di zooplancton. Rimane quindi nell'oceano da uno a quattro anni.

Il Sockeye da noi selezionato viene lavorato artigianalmente in Italia con cura, con calma e con gusto.
Il pesce viene salato a secco, rigorosamente a mano: la quantità di sale marino necessaria alla conservazione ottimale viene dosata in base allo spessore della carne, senza coprirne il gusto naturale. L'affumicatura è lenta, con legni di faggio, quelli più pregiati e ricchi di proprietà aromatiche.
Questo Salmone Rosso del Pacifico è stato pescato nelle acque gelide e purissime che lambiscono le coste dell'Alaska. È una pesca rigorosamente regolamentata, per garantire un alto numero di salmoni in grado di risalire i fiumi dell'Alaska, ed essere quindi preziosi per il nutrimento di orsi e aquile, in un ecosistema unico al mondo. La carne è soda, il colore rosso è decisamente intenso, così come il gusto, tipico di un pesce selvaggio.
Per apprezzarne al meglio il sapore deciso consigliamo di gustarlo al naturale, insieme a patate lessate tiepide condite con poco burro e pepe nero, qualche fogliolina di timo e una spolverata di sale grosso.