La Valpolicella... la terra Veronese del Vino!

Nuovo post "education" a cura di SB Sissi Baratella che oggi ci parla della Valpolicella.
In terra veronese troviamo i vini della denominazione d’origine Valpolicella.
Di questa regione vitivinicola distinguiamo tre “sotto-zone”: Valpolicella classica (a nord ovest di Verona, verso il lago di Garda), Valpolicella Orientale (come dice il nome a nord est di Verona, verso oriente), e Valpantena ( più o meno in mezzo tra le due).

Caratteristica che rende unica la Valpolicella nel mondo è la possibilità di produrre sei vini diversi a partire dallo stesso blend di uve, talvolta anche dello stesso vigneto. Questo è possibile grazie all’esistenza di tecniche come l’appassimento (naturale processo di disidratazione delle uve all’aria post vendemmia) e la tecnica del Ripasso (che trasforma per rifermentazione il vino Valpolicella nel Valpolicella Superiore Ripasso trasferendolo in una vasca in presenza di vinacce esauste dell’Amarone).

Le principali uve autoctone veronesi sono, in ordine di importanza:
Corvina
Corvinone
Rondinella

Citiamo anche la Molinara, anche se non più obbligatoria da disciplinare ma comunque tradizionale e altre uve minori, nonché più rare.

Finiamo citando i vini che possono essere Classici e non:
Valpolicella, la versione più quotidiana, giovane e fresca
Valpolicella Superiore e Valpolicella superiore Ripasso, dal grado alcolico più elevato e di maggiore complessità
Amarone della Valpolicella e Amarone della Valpolicella Riserva, dopo il periodo di appassimento le uve non sono più quelle di prima, i profumi, gli zuccheri e la struttura sono cambiati; il risultato in vino non sarà lo stesso
Recioto della Valpolicella, il vino dolce della Valpolicella progenitore dell’”amaro” Amarone.

Sissi Baratella